venerdì 28 febbraio 2014

Prostituzione, un fenomeno in espansione anche in Sicilia

Alla crescente diffusione della prostituzione anche nella nostra Isola, il Giornale di Sicilia del 28 febbraio 2014 dedica un'inchiesta che riportiamo qui sotto (clicca sull'immagine per ingrandirla).

Senza casa a Palermo. Continuano le occupazioni di chi non ha un tetto

Dal Giornale di Sicilia del 28 febbraio questi due articoli (clicca sulle immagini per ingrandirle) sulla crescente emergenza sociale dei senza casa.

giovedì 27 febbraio 2014

Senza Carnevale siamo?! Al via l'edizione 2014

Sesta edizione del Carnevale Sociale, per questo 2014 il tema proposto è “la Valigia”. La valigia richiama l'idea del viaggio, della partenza, di un nuovo inizio e negli ultimi tempi sono molti coloro i quali, purtroppo, sono costretti ad emigrare per andare a cercare altrove qualcosa che qui non c'è; ma il viaggio è anche quello delle migliaia di persone che approdano sulle coste siciliane per fuggire da realtà ancora più complesse e difficili di quelle vissute nella nostra città. Al "fare i pacchi" stanno pensando anche molti degli abitanti del centro storico di Palermo che ha ricominciato a cadere pezzo dopo pezzo.
Durante il viaggio della vita sono tante le cose che ognuno mette nella propria valigia: sogni, speranze, delusioni, ricordi, esperienze, incontri, bisogni e diritti. Non c’è solo chi parte ma c’è anche chi arriva nella nostra Terra o ci ritorna, c’è chi non se ne è mai andato e magari mai lo farà, ma comunque si porta dietro il suo bagaglio. Anche quest’anno il Carnevale Sociale coinvolgerà molti quartieri e territori della città, dallo Zen al Borgo Vecchio, dal Campo rom a Villagrazia di Palermo, dal Capo all’Olivella passando per il Cep e il Centro Storico.

Programma:

Giovedì 27 Febbraio – Festa al Capo
Festa a Piazza Sant’Agata alla Guilla - ore 15:00

Venerdì 28 Febbraio – Borgo Vecchio
Corteo di Carnevale - ore 15:00 concentramento in Piazzetta della Pace

Sabato 1 Marzo – CEP (San Giovanni Apostolo)
Corteo di carnevale - ore 15:00 concentramento in via Barisano da Trani

Domenica 2 Marzo – Villagrazia di Palermo
Corteo di carnevale - ore 15:00 concentramento in Via Ceraulo Angelo (angolo via Altofonte)

Lunedì 3 Marzo – Olivella
Corteo di carnevale - ore 15:00 concentramento in Piazzetta San Basilio

Martedì 4 Marzo – Centro storico
Corteo di carnevale
Partenza: ore 15:00 concentramento in Piazza Marina
Arrivo: Piazza Bologni

Giovedì 6 Marzo – Prato Verde Favorita (accanto al Campo Rom)
Festa al Prato Verde - ore 15:00

Sabato 8 Marzo – ZEN (San Filippo Neri)
Corteo di carnevale - ore 15.00 concentramento in Piazza Gino Zappa

Siete pronti a fare "la Valigia"?
Siete tutti invitati e invitate al Carnevale Sociale 2014, il Carnevale dei Diritti nella Città di Palermo.
per info: Massimo Castiglia 3207768569, Lara Salomone 3395811817, Mariangela di Gangi 3487602859 oppure scrivete a carnevalesociale@libero,it

evento fb: https://www.facebook.com/events/427448557387673/

Ripartire dal Sud per sperimentare un nuovo welfare partecipato. Si è concluso il seminario FQTS

Più di 400 persone, tra responsabili di organizzazioni di volontariato e associazioni provenienti da sei regioni del Sud, si sono ritrovate a Salerno, dal 21 al 23 febbraio, per il seminario che ha chiuso il percorso del 2013 e inaugurato la nuova annualità del progetto formativo dei quadri del Terzo Settore Meridionale (FQTS) promosso da Forum Nazionale del Terzo Settore, Consulta del Volontariato presso il Forum, CSVnet - Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato - e ConVol, Conferenza Permanente Associazioni Federazioni e Reti di Volontariato.
Al centro della tre giorni il tema del rinnovo del patto costituzionale e il senso della nostra Costituzione che nel definire il profilo della Repubblica sancisce, attraverso il principio della ridistribuzione dei beni materiali, ma soprattutto di quelli relazionali, culturali, ambientali, dei diritti e dei doveri, equità di risorse e benessere tra i cittadini.
L’avvio della nuova annualità del progetto ha coinciso con l’insediamento del nuovo Governo, ed inevitabilmente il dibattito è stato animato anche dalla riflessione sulla dimensione politica del Volontariato e sulle strategie da intraprendere per avviare nuovi sistemi di welfare che, a partire dal Sud, sperimentino forme di cittadinanza attiva e responsabile. In questo il percorso di FQTS rappresenta una palestra di nuove idee ed azioni da mettere in campo sui territori.
Tema centrale su cui lavorare, soprattutto nel Sud, “è la ricostruzione di un patto costituzionale, in cui la sovranità popolare non si eserciti esclusivamente con l’espressione del voto ma coinvolga direttamente i cittadini nello sviluppo di un nuovo modello di stato sociale" – dichiarano i promotori del progetto –. "Il terzo settore rappresenta lo spazio dove costruire questo modello e garantire la giusta partecipazione. Fraternità, benessere e lotta alle disuguaglianze, tre principi fondamentali alla base delle relazioni sociali, politiche ed economiche, rappresentano elemento portante di questo nostro percorso. Abbiamo però bisogno che le Istituzioni siano dalla nostra parte ed elaborino politiche durature che garantiscano una crescita diffusa umana e sostenibile.”
“Noi continueremo sempre a fare la nostra parte – hanno concluso i promotori – mettendo a sistema il nostro impegno, anche attraverso percorsi formativi come questo di FQTS. Il nostro compito infatti è quello di valorizzare il sociale nella vita di tutti i giorni e promuovere una cultura del cambiamento”.
Il percorso continua in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia con laboratori, agorà e seminari che vedranno il coinvolgimento di circa 250 partecipanti in attività regionali e interregionali. Prossimo appuntamento con il seminario interregionale è previsto per la fine di settembre 2014.
Per il racconto del seminario visita la pagina Facebook, con tutte le foto, i post e lo storify.
Rivedi la diretta streaming del Giornale Radio Sociale sul canale You Tube di FQTS.

mercoledì 26 febbraio 2014

Istituto Arrupe, seconda edizione dei laboratori di mediazione dei conflitti

I conflitti che a volte viviamo, frutto di relazioni difficoltose, pongono inevitabilmente una barriera tra noi e gli altri. Dopo il positivo riscontro registrato nel 2013, l’Istituto Arrupe propone la seconda edizione dei laboratori di formazione alla mediazione dei conflitti che hanno l’obiettivo di entrare in un rapporto costruttivo con la sofferenza, propria e degli altri. I conflitti verranno letteralmente messi “in scena” durante la formazione. Questo permetterà di ri-conoscerli, esprimerli e viverli meglio.
Date e modalità sono reperibili all'interno della brochure. I laboratori saranno animati da p. Emanuele Iula SJ, membro dello staff dell'Istituto.
La partecipazione è gratuita. È tuttavia possibile lasciare un’offerta libera per l’acquisto di testi inerenti alla tematica trattata, i quali andranno ad ampliare il catalogo della Biblioteca dell’Istituto.
Info e iscrizioni: www.istitutoarrupe.it - tel. 0916269744 - e-mail: emanueleiula@jesuits.net

Brochure

Filo diretto tra Brancaccio e il Malawi

Dall'associazione Radioamatori Uniti del Mediterraneo riceviamo questo invito che pubblichiamo volentieri.
«Per tutte le persone che vogliono ascoltare qualcosa di bello. Giovedì 27 febbraio 2014, a partire dalle ore 15 (ora italiana) si svolgerà un collegamento via skype/satellite/radio fra dei ragazzi della Scuola Primaria F. Orestano del quartiere Brancaccio di Palermo e dei ragazzi di una scuola primaria del Malawi. I bambini italiani di età compresa tra i 9 e i 10 anni stanno partecipando al progetto "La radio nella scuola" organizzato dalla nostra Associazione Radioamatori Uniti del Mediterraneo - United Mediterranean Hams.
Il collegamento avverrà anche in diretta streaming grazie alle strutture di Radio Maria Malawi situato a Mangochi, e si potrà ascoltare la diretta dal PC; basta andare sul sito www.radiomaria.org ed una volta entrati cliccare su ASCOLTA RADIO MARIA, una volta apparsa tutta la lista cliccare su RM Malawi e scegliere il sistema di ascolto che è sulla stessa linea più indicato al proprio personal computer.
Ringraziamo World Family of Radio Maria per la preziosa collaborazione».

La Casa del Volontariato come esempio in Italia. Ne ha parlato l'edizione nazionale de La Repubblica

L'esperienza portata avanti da piccole associazioni di Gela, è una realtà presa come esempio nel panorama nazionale. La "Casa del Volontariato" trova infatti una citazione in occasione del convegno nazionale su beni comuni che si è svolto a Bologna su un articolo di Repubblica che descrive le migliori esperienze in Italia: "Punta di diamante è la Casa del Volontariato a Gela".
«Iniziamo a raccogliere i frutti di una sfida lanciata alla politica iniziata tanti anni fa, quando invece di chiedere contributi, abbiamo deciso insieme alle associazioni di costruire un sistema capace di promuovere in modo permanente la solidarietà e la cittadinanza attiva - dichiara Enzo Madonia - presidente del MoVI e della "Casa del Volontariato" di Gela. Quello era il nostro modo di volontari di "rottamare" un sistema che voleva un volontariato non libero ma legato a questo o quel partito. Oggi la 'Casa del Volontariato' è una realtà che è capace di promuovere una idea diversa di città e di cittadinanza che è fondata sulla gratuità e tiene unità la parte più fragile dei cittadini».
Qui sotto l'articolo apparso su La Repubblica del 22 febbraio 2014 (clicca sull'immagine per ingrandirla).

La Caritas di Agrigento e l'emergenza casa

Inaugurati 7 appartamenti per famiglie di senza lavoro e senza casa. E' avvenuto ad Agrigento grazie ad un progetto della Caritas dioceasana in collaborazione con Fondazione Mondo Altro e gli architetti dell'associazione NonSoStare. Ecco come la notizia viene riportata da La Sicilia del 26 febbraio 2014 (clicca sull'immagine per ingrandirla).

La forza degli anni. Lezioni di vecchiaia a Palermo

La forza degli anni. Lezioni di vecchiaia per giovani e famiglie è il titolo del volume che viene presentato venerdì 28 febbraio 2014 alle ore 17,30 nell’Aula Magna dell’Opera Pia Santa Lucia in Via Principe di Belmonte n. 105 a Palermo.
Intervengono: mons. Carmelo Cuttitta, vescovo ausiliare di Palermo; Agnese Ciulla, assessore alla Cittadinanza sociale del Comune di Palermo; don Gino Battaglia, Comunità di Sant’Egidio; Franco di Maria, già Ordinario di Psicologia dinamica all’Università di Palermo. Modera Vincenzo Ceruso, Comunità di Sant’Egidio.
La forza degli anni, curato da don Gino Battaglia, raccoglie contributi qualificati su aspetti diversi della condizione degli anziani, nonchè dell’attività della Comunità di Sant’Egidio a loro sostegno. E’ il frutto di una consapevole e profonda riflessione sulla condizione degli anziani, che esprime una sapienza maturata in tanti anni di amicizia, di accoglienza, di conversazione, di condivisione di vita, di accompagnamento nella malattia e nel momento estremo del morire.
Mentre gli anni della vita si allungano (ed è un successo del progresso umano) manca una cultura della vecchiaia, che oggi diventa una condizione di massa. Ma la vecchiaia ha, come ogni stagione della vita, i suoi valori e la sua bellezza. Questo libro aiuta a scoprirli.

Ricerca nazionale su anziani e gioco d’azzardo

Gioco d’azzardo ”legale“ e rischio dipendenza tra le persone over 65 incontrate da Auser. Di questo si occupa la Conferenza di presentazione che si svolge a Torino lunedì 3 marzo 2014 dalle ore 10 sino alle 13 nella Fabbrica delle “e” in corso Trapani 91/B. Vengono illustrati i risultati dell'indagine «Anziani e Azzardo», condotta da Gruppo Abele, Auser Nazionale e in collaborazione con Libera, ha esplorato il comportamento di gioco d’azzardo di circa 1000 anziani over 65 in 15 regioni d’Italia.
Gli anziani rappresentano oggi uno dei target d’elezione per il mercato del gioco d’azzardo e sempre più over 65 rischiano di cadere vittime della dipendenza. Tra i fattori di rischio la perdita del ruolo sociale, l’isolamento e la solitudine. Gli anziani dediti all’azzardo giocano più frequentemente rispetto agli adulti ed ai giovani, hanno tempo e dispongono della pensione e dei risparmi. Il rischio è di esaurire molto in fretta il denaro a disposizione.

Programma
Saluti:
Alberto TOMASSO Segretario Generale Cgil Piemonte
Giovanni PIBIRI Presidente Auser Piemonte

Presentazione della ricerca:
Francesca RASCAZZO e Monica REYNAUDO, Gruppo Abele

Intervengono:
Enzo COSTA Presidente Nazionale Auser
Don Luigi CIOTTI Presidente Gruppo Abele

A Castellammare del Golfo si parla di Giovani e Lavoro

Il Centro di Solidarietà "Nicola Coppola" invita a partecipare alla conversazione: «Giovani, lavoro e impresa: facciamo insieme» che si svolge venerdì 28 febbraio 2014 alle ore 17,30 presso la sala convegni del Castello arabo normanno di Castellammare del Golfo.
La conversazione, che avrà un ricco partèer di ospiti, è stata organizzata dal Centro di Solidarietà "Nicola Coppola" e vuole essere fondamentalmente un incontro, una opportunità, un punto di partenza (o ripartenza) affinché ciascun giovane sappia che esistono delle opportunità interessanti e che c'è qualcuno disposto a dargli una mano a coglierle se lo desidera.
Due importanti enti illustreranno le opportunità che offrono e/o che stanno per offrire a giovani e non (con progetti di lavoro di prossima realizzazione) che cercano lavoro o vogliono fare impresa. Tre giovani imprese racconteranno che si può fare impresa e bene nel proprio territorio. Il Comune di Castellammare del Golfo, attraverso l'Assessore alle Politiche Giovanile, si è reso e si renderà disponibile a promuovere iniziative come queste e fare da facilitatore con uffici e servizi. Un'associazione, il Centro di Solidarietà "Nicola Coppola", che ha messo insieme tutti, aiuterà chi vorrà condividere idee, percorsi, opportunità, ecc., fornendo strumenti, competenze e rapporti a propria disposizione per fare insieme.
Per vedere come raggiungere raggiungere il Castello (si consiglia di parcheggiare in piazza Petrolo sul lungo mare nei pressi dell'Hotel Al Madarig) clicca qui.

martedì 25 febbraio 2014

Da Villa delle Ginestre al trasporto H a Palermo

Qui sotto alcuni articoli apparsi su Giornale di Sicilia, La Sicilia e Repubblica Palermo del 25 febbraio 2014. Al centro dell'attenzione la situazione di Villa delle Ginestre e del trasporto H nella città di Palermo (clicca sulle immagini per ingrandirle).

Torna il concorso Anello Debole. L'VIII edizione 2014


L'edizione 2014 del concorso promosso dalla Comunità di Capodarco. Qui sotto tutti i dettagli.
Torna L'anello debole, il premio internazionale assegnato dalla Comunità di Capodarco ai migliori video e audio cortometraggi, giornalistici e di fiction, su tematiche a forte contenuto sociale e sulla sostenibilità ambientale. Il bando dell'VIII edizione prevede quattro sezioni in concorso:
1) audio cortometraggi (inchieste, reportage, documentari) durata da 3' a 25';
2) video cortometraggi della realtà (inchieste, reportage, documentari) durata da 3' a 25';
3) video cortometraggi di fiction durata da 3' a 25';
4) video “cortissimi” (della realtà o di fiction) durata da 0' a 3'.
La scadenza per la consegna delle opere è il 31 marzo 2014.
Le opere saranno valutate da quattro giurie di qualità, di cui faranno parte autorevoli personaggi di cinema, Tv, radio, giornalismo, cultura. Tra questi: Linus, don Vinicio Albanesi, Giovanni Anversa, Massimo Cirri, Pino Corrias, Ivan Cotroneo, Daniela De Robert, Domenico Iannacone, Gianluca Nicoletti, Giancarlo Santalmassi, Daniele Segre, Dario Zonta. La composizione completa verrà resa nota entro pochi giorni. Il direttore artistico del premio è Andrea Pellizzari.
La premiazione avverrà all'interno del Capodarco Corto Film Festival, previsto presso la Comunità di Capodarco di Fermo, nelle Marche, dal 22 al 29 giugno 2014. Il festival prevede numerosi eventi, tra cui proiezioni di film, documentari e cortometraggi, incontri con registi e attori, degustazioni serali di tipicità eno-gastronomiche locali.
Clicca sui seguenti link per:
bando 2014
presentazione del premio e del festival
comunicato stampa

Segreteria organizzativa c/o Redattore sociale: tel. 0734 681001; e-mail: info@premioanellodebole.it; web: www.premioanellodebole.it.
Bando e Informazioni su: www.premioanellodebole.it
Segreteria organizzativa: info@premioanellodebole.it tel. +39 0734 681001

lunedì 24 febbraio 2014

In Sicilia si rafforzi il ruolo di Villa delle Ginestre, polo d'eccellenza per le medullolesioni

Stamattina sono riuscite a fermare il trasferimento della terapia intensiva di Villa delle Ginestre. Le organizzazioni “Azione Handicap”, Associazione Siciliana Medullolesi Spinali e Associazione sportiva “Villa delle Ginestre” con una manifestazione hanno impedito che alcune apparecchiature fossero trasferite verso un’altro ospedale palermitano. I volontari e i soci delle associazioni sono impegnati da anni perché Villa delle Ginestre diventi realmente un Centro regionale polifunzionale di alta specializzazione per la diagnosi, cura e riabilitazione delle medullolesioni. Il problema di stamattina è stato per il momento risolto. Si è trattato di un disguido, come ha chiarito il commissario straordinario dell’ASP Palermo Antonino Candela, il quale si è pure impegnato ad affrontare in pochi giorni gli altri problemi evidenziati dalle organizzazioni. Per quel che riguarda la Terapia intensiva, ad esempio, non è ancora operativa per carenza di personale. L’assistenza urologica ha tempi lunghi poiché viene garantita da un solo specialista. Deve essere meglio definita la collaborazione con Chirurgia plastica di Villa Sofia per curare i medullolesi colpiti da lesioni da decubito. Infine, la struttura d’eccellenza non ha l’Unità spinale, cioè il reparto che permette di intervenire e stabilizzare coloro che sono vittime di lesioni midollari. In tutta la Sicilia, l’Unità spinale è solo a Catania, ma le necessità regionali richiedono che un’altra unità venga attivata proprio a Villa delle Ginestre che, inoltre, garantirebbe la prosecuzione delle cure con la riabilitazione. Insomma, come sostiene Vito Riolo, presidente di Azione Handicap, “occorre dare ai medullolesi siciliani un’alternativa valida ai viaggi della speranza che li portano lontano dalla nostra regione. E’ un loro diritto avere anche in Sicilia un’assistenza organica che riesca a mettere in rete tutti i servizi necessari. E Villa delle Ginestre dovrebbe essere il polo d’eccellenza a cardine dell’intero sistema regionale”.

domenica 23 febbraio 2014

Conferenza di Servizio per il Piano di zona del distretto di Canicattì (AG)

Seconda conferenza di servizio (a Canicattì giovedì 27 Febbraio alle ore 17 nella sala convegni di Palazzo Stella in via Cavallotti) per promuovere una programmazione partecipata da parte delle realtà sociali interessate alla redazione del Piano di Zona. Sono invitate anche le organizzazioni di volontariato

Il 24 febbraio a Villa delle Ginestre per non far chiudere un reparto

Dall'Associazione Siciliana Medullolesi Spinali riceviamo questo invito-appello che volentieri pubblichiamo. 

Cari amici,
vi chiedo di sostenerci in un momento per noi disabili medullolesi a dir poco drammatico. infatti abbiamo lottato più di 30 anni per fare sì che la struttura sanitaria "VILLA DELLE GINESTRE" decollasse per la cura dei medullolesi siciliani. In questi ultimi anni abbiamo fatto diverse azioni per chiedere ai dirigenti sanitari e politici, di potenziare e far funzionare al meglio il centro, ma con pochi risultati. oggi siamo venuti a conoscenza che la struttura sara depotenziata invece che potenziata si è deciso di smantellare un reparto importante (non ancora avviato perchè mancante di figure ) tutto senza nemmeno consultare le associazioni referenti dei cittadini. Fino ad ora abbiamo fatto di tutto per portare avanti le tematiche che i nostri soci e cittadini, ci hanno chiesto di rappresentare affinchè i disabili siciliani non vadano a curarsi fuori dalla Sicilia. E' evidente che le nostre voci sono rimaste inascoltate, forse non riusciamo a farci sentire, VI CHIEDIAMO DI NON LASCIARCI SOLI... SOSTENETECI LUNEDI' 24 PRESSO LA STRUTTURA "VILLA DELLE GINESTRE" IN VIA CASTELLANA A PALERMO DALLE 8.00 SAREMO LI PER BLOCCARE IL TRASERIMENTO DEI MACCHINARI PREPOSTI LI PER IL FUNZIONAMENTO DELLA STRUTTURA.
Spero vogliate partecipare con noi in qualsiasi modo se saremo in tanti ci vedranno e forse ci ascolteranno, VI ASPETTO.

Giuseppe Palermo, presidente dell'Associazione Siciliana Medullolesi Spinali

sabato 22 febbraio 2014

Piccole e medie imprese per lo sviluppo e la legalità. Iniziativa della Camera di Commercio di Palermo

Microcredito, occupazione e sociale, sono queste le linee principali dell'iniziativa lanciata dalla Camera di Commercio palermitana che utilizza le possibilità offerte dal Ministero del Lavoro con fondi europei e finanziamenti di Banca Etica. I dettagli nell'articolo de La Sicilia del 22 febbraio 2014 (clicca sull'immagine per ingrandirla)

venerdì 21 febbraio 2014

Rivoluzione della Luna. Un seminario "al femminile" l'8 marzo ad Erice (TP)

Laboratorio esperienziale AIF Sicilia (Associazione Italiana Formatori delegazione Sicilia) “La rivoluzione della luna: apprendere al femminile”. Riflessioni itineranti sulle tracce del mito di Venere ericina ad Erice l'8 marzo 2014. Iniziativa interessante. Un modo nuovo ed intelligente di trascorrere l'8 marzo (festa delle donne). Un modo costruttivo ed una nuova occasione durante la quale sarà possibile confrontarsi e condividere vissuto ed esperienze. Appuntamento ad Erice, ex Convitto Sales, via Carvini. Iscrizioni entro il 6 marzo compilando la scheda che scarichi cliccando qui.

-->
Programma

09:30 – Accreditamento dei partecipanti

10:00 - 1^ parte
Apertura dei lavori e saluto del sindaco della città di Erice, Giacomo Tranchida

“Apprendere al femminile: donne e sapienza nella storia, nella cultura, nella mitologia”

Introduce e coordina la presidente regionale AIF Sicilia, Antonella Marascia, segretario/direttore generale della città di Mazara del Vallo

Intervengono:

- Marcella Burderi, giornalista e scrittrice

- Salvatore Denaro, archivista-paleografo, bibliotecario, dirigente Settore Cultura Comune di Erice

- Renato Lo Schiavo, docente di latino e greco al Liceo ''Ximenes'' di Trapani, autore di libri

- Anna Occhipinti, dirigente Soprintendenza per i beni culturali e ambientali di Trapani

- Don Liborio Palmieri,  vicario generale Diocesi di Trapani

- Daniela Scandariato, storica dell’arte

12:00 - 2^ parte itinerante

Coniugare bellezza e sapienza sulle tracce di Venere Ericina

Passeggiata per i vicoli di Erice, fino al Castello di Venere, in compagnia di Daniela Scandariato

13:00 – Conclusione del laboratorio con un aperitivo di buon augurio

giovedì 20 febbraio 2014

Il teatro a scuola. La pedagogia e la didattica teatrale in un corso per docenti organizzato dal Liceo Danilo Dolci di Palermo

Il Liceo delle Scienze umane e Linguistico "Danilo Dolci" di Palermo seleziona i docenti che vogliono partecipare al corso di formazione sull'uso del teatro nella didattica e nella pedagogia. Si tratta di un itinerario formativo aperto a tutti i docenti della provincia di Palermo. I dettagli e il bando di selezione (scadenza 3 marzo 2014cliccando qui.

mercoledì 19 febbraio 2014

Benessere e partecipazione. Le risposte della politica e il ruolo del Terzo settore

Attesi 300 partecipanti per il Seminario interregionale FQTS 2013 - 2014 che si svolge il 21-23 febbraio 2014, al Grand Hotel Salerno - Lungomare Clemente Tafuri 1, a Salerno.
Benessere, partecipazione e nuovi percorsi economici, sociali ed ambientali sostenibili da intraprendere per uscire dalla crisi. Questi i temi al centro del primo seminario interregionale della nuova edizione di FQTS 2014, il percorso di formazione per i responsabili delle associazioni di terzo settore che coinvolge le sei regioni del sud Italia: Basilicata, Campania, Calabria, Puglia, Sardegna, Sicilia.
Il precedente biennio 2012-2013 ha visto la partecipazione di circa 500 volontari, provenienti principalmente da organizzazioni di Volontariato (51,19%); di questi la maggior parte sono al di sotto dei 40 anni (67%) con una forte presenza femminile (52,44%).
Il seminario, che chiude il percorso dello scorso anno e rappresenta il primo momento pubblico della nuova edizione del progetto, partirà da una riflessione sulla comunicazione sociale, intesa come strumento per promuovere una cultura e uno stile di vita improntati al rispetto dei diritti e della solidarietà.
Uno spazio importante sarà dedicato alla presentazione della ricerca sugli indicatori del Benessere Equo e Sostenibile (BES) realizzata nel 2013 dal Laboratorio di Ricerca Azione di FQTS. Negli ultimi anni il dibattito sulla misurazione del benessere degli individui e delle società è emerso prepotentemente all’attenzione dell’opinione pubblica; la crisi attuale ha imposto una riflessione sullo sviluppo di nuovi criteri statistici che guidino tutti i protagonisti, politici e sociali, verso lo sviluppo di una nuova prospettiva di welfare, fondata sul principio di sussidiarietà e sul protagonismo della società civile. L’indagine, basata su un campione di 3346 soggetti (il 57,9% del campione è residente nelle sei regioni del progetto formativo), ha quindi la finalità di delineare una mappa dei bisogni e delle aspettative relative al benessere individuale e collettivo, anche in relazione alle caratteriste sociali dei partecipanti all’indagine. Accanto al Pil, dunque, il Bes: una questione decisiva per la politica nazionale e locale perché far crescere il benessere e la soddisfazione dei cittadini significa dare un nuovo valore allo sviluppo economico in un quadro di sostenibilità sociale. Un focus del seminario sarà poi dedicato al terzo settore meridionale letto in una prospettiva di interazione con il bacino del mediterraneo, un dialogo che consente di attivare progetti di co-sviluppo e democratizzazione attraverso la condivisione di esperienze, culture, processi sociali e imprenditorialità capaci di fare del Mediterraneo il laboratorio di un nuovo modello di sviluppo, fondato sul protagonismo delle comunità locali e sullo scambio di risorse e opportunità. Filo conduttore della tre giorni di Salerno sarà la nostra Costituzione, con un’analisi del ruolo che il terzo settore può giocare, accanto a Stato e Istituzioni, per alimentare le relazioni e la solidarietà tra i cittadini e sui territori.
“Tutto questo non può prescindere da una visione per l’Italia che dia attuazione al patto costituzionale – dichiarano i promotori del percorso formativo. Nel nostro Paese equilibri e legami sociali si sono spezzati, è cresciuto il divario civile tra Nord e Sud, in termini di capitale sociale, accesso ai diritti, alle risorse, alla conoscenza; intere generazioni stanno mancando l’appuntamento con il mercato del lavoro e con l’intero sistema della sicurezza sociale e della partecipazione democratica nell’ottica di una redistribuzione sussidiaria. Uscire dalla crisi non vuol dire solamente superare una momentanea flessione finanziaria, ma ricomporre un orizzonte condiviso e affermare un patto di coesione fondamentale per la società. Il terzo settore, nella sua complessità di cittadini singoli e associati, gioca un ruolo di primo piano nelle politiche di welfare e nell’economia del Paese, per la sua rilevanza sociale, economica, produttiva. Un ruolo che deve essere quindi riconosciuto e valorizzato.”
Il programma prevede la presenza di importanti esponenti del mondo istituzionale, della comunicazione e del non profit tra cui: on. Enrico Giovannini, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali; Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno; Arnaldo Chianese, Consulta del Volontariato presso il Forum Nazionale del Terzo Settore; Emma Cavallaro, presidente ConVol; Stefano Tabò, presidente CSVnet; Pietro Vittorio Barbieri, portavoce Forum Nazionale del Terzo Settore; Carlo Borgomeo, presidente Fondazione CON il Sud; Giovanni Anversa, giornalista RAI; Salvatore De Mola, sceneggiatore televisivo e Stefano Trasatti, direttore responsabile Redattore Sociale.
Segui l’evento anche sulla pagina Facebook e su Twitter con l’hashtag #fqts14sa

martedì 18 febbraio 2014

Presentazione del volume Bioresistenze – Cittadini per il territorio: l'agricoltura responsabile

Verrà presentato a Roma, in occasione dell’Assemblea elettiva della CIA il 27 febbraio 2014, il volume Bioresistenze frutto del progetto promosso dal Mo.V.I e CIA. Il Movimento di Volontariato Italiano è un’associazione di volontariato di secondo livello, un’associazione composta, cioè, da associazioni di volontariato operanti su tutto il territorio nazionale. Fondato nel 1978, nasce per rispondere all’esigenza di mettere in rete le esperienze di solidarietà e dalla necessità di promuovere e tutelare una cultura fondata sulle scelte responsabili. CIA è la Confederazione Italiana Agricoltori, fondata nel 1977, è un’organizzazione laica, autonoma dai partiti e dai Governi. Opera in Italia, in Europa e a livello internazionale per il progresso dell’agricoltura, per la difesa dei redditi e la pari dignità degli agricoltori nella società. Organizza gli imprenditori agricoli e tutti coloro che sono legati all’attività agricola da rapporti non transitori.
Soggetto del libro è il grande patrimonio rappresentato da un certo tipo di agricoltura: quell’agricoltura che, conscia del concetto di limite, di tempo, di complessità dell’ambiente opera per i beni comuni. Un’agricoltura che è azione di salvaguardia dei diritti e della legalità, azione di salvaguardia ambientale, azione di tutela del territorio, del paesaggio, della biodiversità.
Il termine bioresistenze vuole descrivere una pluralità di azioni che ruotano attorno ad un “sano” rapporto con il territorio dimostrando che l’agricoltura non è solo azione economica/finanziaria ma, anche, pratica di resistenza alle forme di illegalità, resistenza all’uniformazione (che è appiattimento e non uguaglianza) sia culturale che alimentare, resistenza alla violenza con cui vengono trattate e gestite le risorse naturali, resistenza alla scomparsa di biodiversità.
Articoli di: Giovanni Serra, Giuseppe Politi, Massimo Montanari, Alessandra Guigoni, Marcello Buiatti, Nadia Marchettini, Roberta Carlini, Luca Martinelli, Daniele De Michele (Don Pasta), Luigi Ciotti.
Esperienze documentate fotograficamente nel volume: Libera Sardegna > Gergei Su Piroi [Ca]; Cooperativa Valle del Marro > Polistena [Rc]; Cooperativa Solidarietà > Palermo; Agricoltura Capodarco > Grottaferrata [Roma]; (R)esistenza > Napoli; Kolymbetra > Agrigento; Gonnelli Manola > Lari [Pi]; County Eden > Monrupino [Ts]; Fattoria di Vaira > Petacciato [Cb]; San Michele > Breda di Piave [Tv]; La Fonte > Folgaria [Tn]; Ca’Lustra > Faedo [Pd]; Fontanafredda > Serralunga d’Alba [Cu]; Natalino del Prete > San Donaci [Br]; Nico > Orbicciano [Lu]; Cooperativa sociale Garibaldi > Roma; Cooperativa Valli Unite > Costa Vescovado [Al]; Terra! Onlus > Roma; Terra! Onlus > Genova; Sos Rosarno > Rosarno [Rc]; Gilio Antonio > Ferrandina [Mt].
Il percorso che porta alla pubblicazione è raccontato nel sito del progetto: www.bioresistenze.it dove sono raccolte le interviste a: Gregorio Arena, Natalino Balasso, Anna Barba, Gianni Belloni, Simone Benevelli, Fabio Brescacin, Silvia Cama, Marcello Cerasola, Gherardo Colombo, Ciro Corona, Carlo De Angelis, Natalino Del Prete, Marica Di Pierri, Giampiero Farru, Maurizio Ferraro, Emanuela Zamberlan Feruglio, Francesca Gobbo, Alberto Grasso, Piercarlo Grimaldi, Arturo Lavorato, Giuseppe Lo Pilato, Haron Marucelli, Omar Marucelli, Elena Martinelli, Federico Martinelli, Matteo Mascia, Franco Monterubbianesi, Elisabetta Monti, Antonio Napoli, Pietro Omodeo, Roy Paci, Cinzia Paolillo,Giacomo Panizza, Antonio Pergolizzi, Roberto Poli, Giuseppe Politi, Nino Quaranta, Francesca Rispoli, Ottavio Rube, Antonio Russo, Francesco Sapia, Cinzia Scaffidi, Salvatore Settis, Ilaria Signoriello, Ferdinando Siringo, Giuseppe Taverniti, Michele Trungadi, Olga Turrini, Carmen Vogani, Gustavo Zagrebelsky.
Info e contatti:
www.bioresistenze.it
bioresistenze@gmail.com
@bioresistenze

giovedì 13 febbraio 2014

Inaugurato a Palermo un nuovo centro per fare prevenzione, "Le Officine di Ippocrate"

Promosso dai volontari dell'ANIO, si tratta di un centro pilota per la prevenzione delle disabilità e delle disfunzioni posturali. Tutti i dettagli dell'inaugurazione in questi articoli de La Sicilia e del Giornale di Sicilia del 13 febbraio 2014 (clicca sulle immagini per ingrandirle).

L'ASLTI con venti bambini da Papa Francesco

L'Associazione Siciliana per la lotta contro le Leucemie e i Tumori Infantili di Palermo ha fatto visita a Papa Francesco assieme a venti bambini affetti da patologie oncologiche. La notizia è riportata dal Giornale di Sicilia del 13 febbraio 2014 (clicca sull'immagine per ingrandirla).

mercoledì 12 febbraio 2014

A Palermo seminario su gruppi appartamento e il dopo di noi

Per il 13 febbraio 2014 le associazioni Punto di Partenza e CoReCaf propongono il seminario (clicca sull'immagine per ingrandirla):

Immagina Palermo, iniziativa di AddioPizzo sui beni comuni

L'associazione AddioPizzo lancia una nuova strategia di impegno sociale contro Cosa Nostra. Si tratta di "Immagina Palermo", un percorso di riappropriazione del proprio territorio a partire dai beni comuni e di partecipazione nella loro utilizzazione. Si inzia con un questionario online. Per tutti i dettagli clicca qui. Per l'evento facebook clicca qui.

lunedì 10 febbraio 2014

Sessualità e disabilità, ciclo di incontri organizzati dalla delegazione CeSVoP di Sciacca

"Percorsi di informazione e prevenzione nei comuni del territorio di Sciacca", è il titolo di un progetto di rete delle associazioni della delegazione CeSVoP di Sciacca che prevede degli incontri tematici "Sessualità e disabilità, che coinvolgeranno i Comuni di Sciacca, Menfi e S. Margherita. L'incontro affronta la delicata questione della vita emotiva, affettiva e sessuale del soggetto con disabilità ed intende promuovere un dibattito scientifico, tecnico e di sensibilizzazione, rivolto agli operatori, ai genitori e a tutte le diverse figure professionali che si occupano di disabilità.
L'incontro ha l'obiettivo di sensibilizzare, informare e fornire adeguati strumenti conoscitivi e applicativi riguardo le seguenti tematiche:
Le Famiglie e la sessualità dei figli disabili; La dimensione corporea, affettiva e sessuale del disabile e L'educazione sessuale ai disabili.
Di seguito il calendario degli incontri:
Sciacca - 14 febbraio 2014 ore 10, Multisala Badia Grande
Menfi - 22 febbraio 2014 ore 10, Aula Consiliare del Comune
S. Margherita di Belice - 22 febbraio 2014 ore 16, Teatro Sant'Alessandro

scarica la locandina

Inaugurazione de "Le Officine d'Ippocrate", centro pilota per la prevenzione delle disabilità

Riceviamo dall'ANIO questo invito che volentieri pubblichiamo:

L'A. O. Ospedali Riuniti Villa Sofia Cervello e la A.N.I.O. Onlus sono liete di invitarLa all'inaugurazione del Centro Pilota Plurispecialistico per la Prevenzione delle Disabilità e delle Alterazioni Posturali "Le Officine d'Ippocrate".
Mercoledì 12 febbraio, ore 10.30
Azienda Ospedaliera Villa Sofia Cervello Presidio CTO 2° PIANO
Via Ninni Cassarà, 2 – Palermo

Giacomo Sampieri
Commissario Straordinario
A.O. Osp. Riuniti Villa Sofia Cervello
Angelica Provenzano
Responsabile
del Centro Le Officine d'Ippocrate
Girolamo Calsabianca
Segretario Nazionale
A.N.I.O. Onlus

venerdì 7 febbraio 2014

Dall'associazione SiciliAntica la proposta di un corso di archeologia

Qui sotto tutti i dettagli e i contatti.
SICILIANTICA – PARCO ARCHEOLOGICO DI HIMERA – MUSEO SALINAS PALERMO
CORSO DI ARCHEOLOGIA PROTOSTORICA
la Sicilia tra la tarda Età del Bronzo e l’Età arcaica
Programma
SABATO 8 FEBBRAIO 2014 – ORE 16,30
Presentazione:
Anna Rita Zappulla, Dirigente scolastico Liceo “N. Palmeri”
Francesca Spatafora, Direttore Museo archeologico “A. Salinas” - Palermo
Agata Villa, Direttore Parco Archeologico di Himera
Alfonso Lo Cascio, Presidenza Regionale SiciliAntica
Le popolazioni della Sicilia protostorica nelle fonti storiche e letterarie
Roberto Sammartano, Storico - Docente di Storia Greca - Università di Palermo
SABATO 15 FEBBRAIO 2014 – ORE 16,30
La Tarda Età del Bronzo: la Cultura di Pantalica/Mokarta
e le grandi roccaforti sicane
Sebastiano Tusa, Archeologo preistorico – Soprintendente del mare
DOMENICA 16 FEBBRAIO 2014
Salemi: visita guidata al Museo e all’area archeologica di Mokarta
SABATO 1 MARZO 2014 – ORE 16,30
I Siculi e la protostoria della Sicilia orientale
Massimo Cultraro, Archeologo – Ricercatore CNR
SABATO 8 MARZO 2014 – ORE 16,30
Sicani ed Elimi: la protostoria nella Sicilia centro-occidentale
Francesca Spatafora, Archeologo - Direttore Museo archeologico “A. Salinas” - Palermo
DOMENICA 9 MARZO 2014
Siracusa: visita guidata al Museo Paolo Orsi e all’area archeologica di Pantalica
SABATO 15 MARZO 2014 – ORE 16,30
Santuari indigeni nella Sicilia orientale
Laura Maniscalco, Archeologo -  Direttore Museo archeologico Aidone
SABATO 22 MARZO 2014 – ORE 16,30
La religiosità  dei Sicani: i grandi santuari della Sicilia centro-occidentale
Rosalba Panvini, Archeologo - Soprintendente ai Beni Culturali e Ambientali di Ragusa
SABATO 29 MARZO 2014 – ORE 16,30
Le popolazioni indigene della Sicilia  e la “colonizzazione” greca
Gioacchino Francesco La Torre, Archeologo - Docente di Archeologia Classica - Università di Messina
DOMENICA 30 MARZO 2014
Caltanissetta e Marianopoli: visita guidata ai Musei

NOTE TECNICHE:
-Le lezioni si terranno presso l’auditorium del Liceo scientifico “N. Palmeri” Via Salvatore Cimino - Termini Imerese
-Alla fine del Corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione
-Per informazioni:
SiciliAntica, Via Ospedale Civico, 32 - Termini Imerese Tel. 091 8112571 - 346 8241076

Da Anolf di Sicilia e Calabria un'iniziativa in collaborazione con l'università di Reggio Calabria

In una ottica di collaborazione territoriale, lo scorso 27 gennaio si è svolto presso l’università per stranieri “Dante Alighieri “di Reggio Calabria un incontro tra il Rettore Prof. Salvatore Berlingò e il Presidente dell’Anolf Calabria Dott.ssa Rosy Perrone, il Presidente dell’ANOLF Sicilia Salvatore Daidone, il Presidente di “ALPLURALE” Associazione di promozione sociale, Esmeralda Prinzivalli come partner dell’Anolf unitamente a Carlo Mastroeni Presidente Anolf – Messina, finalizzato a promuovere ed agevolare scambi e confronti interculturali creando un ponte per favorire collaborazioni tra le due Regioni e l’Università.
Le due associazioni regionali che si occupano di immigrati, stanno lavorando per portare avanti in maniera sinergica progetti finalizzati alla costruzione per l’integrazione e l’inclusione di cittadini stranieri.
Attraverso un accordo di collaborazione con l’Ateneo Reggino si potranno ottenere le certificazioni delle competenze linguistiche per i nostri associati stranieri che hanno la necessità di sostenere gli esami di lingua italiana per il permesso di soggiorno e per la cittadinanza. L’obiettivo delle Anolf è quello di potenziare la collaborazione e rispondere in maniera più concreta alle esigenze dei cittadini stranieri presenti sui due territori.
Il corso per mediatori interculturali potrebbe avere la possibilità di rappresentare un valido sbocco professionale, rispondendo così a una nuova esigenza sia del mercato del lavoro che sociale. Attraverso questo accordo di collaborazione, gli studenti iscritti all’Università avranno inoltre, la possibilità di ricevere dei crediti formativi se effettueranno degli stage presso le sedi Anolf Calabria e Sicilia.
Questa, è una rete importante per la progettazione in campo regionale, nazionale e comunitaria per garantire una multietnicità nelle due Regioni.
L’Anolf calabrese e quella siciliana, tenendo conto della loro posizione geografica, costituiscono un punto riferimento importante e di prima accoglienza per gli immigrati. In tal senso si può pensare ad azioni di sostegno, anche in termini di formazione delle risorse umane, o di potenziamento sugli interventi. Punti necessari dai quali occorre partire considerando l’affiancamento dell’università per stranieri, non solo per prestigio ma anche come posizione geografica, una delle tre presenti su tutto il territorio nazionale (le altre due a Siena e Perugia).
L’Anolf promuove una serie di attività al servizio degli immigrati che sono finalizzate alla promozione dei diritti, ed offre attraverso processi formativi gli strumenti (lingua, cultura, normative) necessari per essere soggetti attivi di integrazione nella società.
Occorre dare una risposta adeguata ai fabbisogni di cui è portatrice la popolazione immigrata.
L’inserimento stabile e la collaborazione con identità plurietniche favorisce il dialogo interculturale, la conoscenza, l’acquisizione di storie e valori differenti e la conseguente progettazione di iniziative che valorizzino le specificità di ciascuno. L’integrazione si può considerare come il cuore delle politiche migratorie. Bisogna adoperarsi per mettere gli immigrati nella condizione di partecipare ai processi di integrazione in una situazione di reale equiparazione. L’accordo tra le Anolf e l’Università, fornisce un canale di dialogo, un punto di partenza per il bene comune e quindi verso una coesione sociale.

Volontariato e natura con i bambini di S. Caterina Villarmosa (CL)

In un progetto che coinvolge i bambini della locale scuola elementare, i volontari aiutano i più piccoli a scoprire il proprio ambiente e il proprio territorio. La notizia in questo articolo del Giornale di Sicilia del 7 febbraio 2014 (clicca sull'immagine per ingrandirla).

Senza tetto a Palermo, un reportage del Giornale di Sicilia

Dal Giornale di Sicilia del 7 febbraio 2014 un bel reportage su alcuni senza tetto a Palermo e sui volontari che li assistono (clicca sull'immagine per ingrandirla).

giovedì 6 febbraio 2014

Associazioni mobilitate per un'amministrazione partecipata della città di Palermo

Qui sotto riportiamo il comunicato di convocazione di una conferenza stampa per il 7 febbraio alle ore 11 a Palazzo delle Aquile a Palermo. Si tratta della presa di posizione di un nutrito cartello di associazioni che protestano sulla impossibilità di partecipazione nelle scelte amministrative del Comune di Palermo.

CONFERENZA STAMPA VENERDI' 7 FEBBRAIO ORE 11 PER PROTESTARE CONTRO L'IMPOSSIBILITA' , 
NONOSTANTE LE PROMESSE E IL LAVORO FATTO, 
DI PARTECIPARE CONCRETAMENTE ALLE SCELTE AMMINISTRATIVE
COMUNICATO STAMPA
NUTRITO IL CARTELLO DI ASSOCIAZIONI SCESO IN CAMPO PER PROTESTARE CONTRO L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE PER L'IMPOSSIBILITA' DI PARTECIPARE ALLE SCELTE AMMINISTRATIVE
Al momento attuale sono circa 30, ma crescono sempre di più, le associazioni, i comitati e le organizzazioni che stanno condividendo un percorso comune, volto a ribadire la sordità dell’Amministrazione comunale rispetto alle richieste più volte avanzate in questi primi 20 mesi di lavoro rispetto alla necessità di normative, strumenti e pratiche di partecipazione necessarie per quel cambiamento di rotta che può garantire ai cittadini e alle cittadine la possibilità di “vigilare e incidere positivamente” sulla gestione dei beni comuni.
Un’esigenza sentita da più parti, che ha determinato l’uscita pubblica di un comitato allargato di realtà che alle ore 11 di venerdì 7 febbraio, nell’aula Rostagno di Palazzo delle Aquile, terrà una conferenza stampa per presentare le proprie critiche, richieste e proposte, insieme a una serie di dati ed elementi, a supporto di un lavoro che va avanti e cresce da mesi grazie alla collaborazione di chi opera quotidianamente nel territorio.
“Quello che diciamo da tempo – si legge nel documento prodotto dal cartello di associazioni – è che, a oggi, non risultano attivate le strumentazioni richieste a giugno del 2012 a Villa Niscemi e più volte sollecitate, quali consulte tematiche e di circoscrizione, conferenze cittadine, Albo della Associazioni, ma anche molto altro, che consentirebbero una partecipazione concreta e strutturata da parte della cittadinanza alle scelte amministrative. Sembra, per esempio, sempre di più allontanarsi, per motivazioni non certo sconosciute, l’approvazione di un Nuovo Statuto comunale, al quale abbiamo lavorato insieme alla Amministrazione, che renda la programmazione, la partecipazione e la trasparenza elementi fondanti di un nuovo modo di amministrare"
Sotto gli occhi di tutti, poi, l’atteggiamento di un’Amministrazione che non mette i cittadini in condizione di seguire i processi decisionali amministrativi, dando loro modo di avere accesso a tutte le informazioni e documentazioni relative.
“In virtù del fatto che lo stato generale della città non è significativamente cambiato in termini di emergenze e di qualità della vita - scrive ancora il comitato -, ma soprattutto ritenendo che la partecipazione può e deve essere un elemento fondante l’amministrazione per risolvere i gravi problemi della nostra città, chiediamo risposte certe e concrete”.
"Le cose che fa questa Amministrazione in termini di partecipazione - concludono-  sono purtroppo solo  'formali'.... 'apparenza'  e mai 'sostanza'.”.
E’ proprio in considerazione di tutto ciò che in conferenza stampa saranno annunciare le azioni e iniziative che verranno messe in campo per ottenere l’adempimento delle richieste e dei diritti sino a oggi inattesi. 
Il cartello è attualmente formato dalle seguenti realtà, alle quali potranno aggiungersene altre se vorranno portare ulteriori contributi: A.N.A.B. (Associazione nazionale architettura biologica), A.N.D.E.(Associazione nazionale donne elettrici), Anghelos (Centro Studi sulla Comunicazione), Associazione Alab, Associazione Città in rete, Associazione Liberisempre, Associazione Mezzocielo, Associazione Palermo oltrelemura, Centro Commerciale Naturale Piazza Marina & Dintorni, C.E.S.M.I (Centro studi di medicina integrata), Comitato di cittadini per il Bene collettivo, Comitato Fondo Luparello, Comitato per la rinascita della costa e del mare, Comitato "piùdonnepiùPalermo", Coordinamento Palermo Ciclabile-Fiab, Forum delle Associazioni (Salvare Palermo, Italia Nostra Palermo, Adsi, Fai, Anisa), Amici dei Musei Siciliani, Idea e azione, Landinside, Neu [nòi] - spazio al lavoro, Professionisti Liberi, Verso la Favorita, Voci Attive, Urbrain, La Freccia di Abaris, Associazione Mandamento Tribunali, Comitato per il centro Storico Palermo. 
Palermo, 3 febbraio 2014