lunedì 10 giugno 2019

Il teatro per abbattere ogni forma di discriminazione - Sciacca, 12 giugno 2019

(clicca sull'immagine per ingrandirla)
"Oltre la sabbia e il mare" è il titolo dello spettacolo teatrale che verrà messo in scena il 12 giugno alle ore 18 al Castello Incantato di Sciacca. A scriverlo e a proporlo, i volontari e i giovani coinvolti dai laboratori di scrittura creativa e teatro organizzati dalla locale Casa del Volontariato e dell'Associazionismo nell'ambito della programmazione (area "Volontariato e Immigrazione") della delegazione CeSVoP di Sciacca.
I ragazzi e i volontari, con il supporto di esperti, hanno voluto interpretare il cambiamento sociale sui valori della democrazia e dell'inclusione sociale per contribuire all'abbattimento di ogni forma di discriminazione del diverso.
Lo spettacolo si svolge anche grazie alla collaborazione del Comune di Sciacca, del Rotary Club di Sciacca, della coop sociale Arcobaleno e del Castello Incantato.
Ingresso libero 

venerdì 7 giugno 2019

Viaggio delle Pietre, quinta edizione. 15 giugno 2019

(clicca sull'immagine per ingrandirla)
Eccola! La quinta edizione del Viaggio delle Pietre. Il 15 giugno 2019, dalle ore 17 alle 21, ritorna il "trekking per i beni comuni" promosso e organizzato dalle 15 associazioni di volontariato della delegazione CeSVoP di Campobello di Mazara. Clicca qui per iscriverti
Quest'anno l'iniziativa si svolge anche per onorare il ricordo del grande archeologo Sebastiano Tusa. Viene realizzata in collaborazione con: Delegazione CeSVoP di Sciacca, CoVoPro Sciacca, Legambiente Sicilia, Pro Loco “Costa di Cusa” di Campobello di Mazara, Associazione Gandhi, Associazione PA “Prima Archeologia”, Rete Museale e Naturale Belicina, Club Unesco Castelvetrano Selinunte, Rotta dei Fenici, Gruppo Archeologico Selinunte, Consorzio Solidalia di Trapani e col patrocinio gratuito dell’Ente Parco Archeologico di Selinunte e del Comune di Campobello di Mazara. L'intero percorso è di circa 9 km con tratti di strada in terra battuta (percorso turistico adatto a tutti, si consigliano abbigliamento comodo e scarpe da trekking leggero o simili) e un tempo di percorrenza attorno alle 3 ore.
PROGRAMMA
Ore 17:00 - Raduno al Baglio Florio per la registrazione dei partecipanti e la distribuzione di gadget
Ore 17:30 - Partenza e ingresso al Parco Archeologico delle Cave di Cusa
Ore 18:00 - Arrivo alla Cava del Capitello
Ore 18:30 - Arrivo a Torre Cusa e visita della tomba a grotticella
Ore 19:00 - Arrivo al Centro SPRAR per apericena multiculturale offerta gratuitamente dall’organizzazione in collaborazione con le persone immigrate coinvolte nel Progetto SPRAR
Ore 20:00 - Ritorno al Baglio Florio per la proiezione del materiale documentario inedito sugli scavi presso il sito di Erbe Bianche ad opera del compianto archeologo Sebastiano Tusa e per la degustazione di dolci tipici
Lo spirito della manifestazione è quello tipico del volontariato: valorizzare i beni comuni e sperimentare nuova socialità attraverso la solidarietà. Per questo la partecipazione al Viaggio delle Pietre, quinta edizione, è aperta a tutti e gratuita (compresi gadget, apericena e assaggi dolci tipici).
Iscrizioni entro e non oltre le ore 24 del 14 GIUGNO 2019.
CLICCA QUI per iscriverti.
La passeggiata a piedi, lungo il percorso ad anello proposto, consentirà di scoprire e conoscere quel territorio nelle sue molteplici sfaccettature, inteso non come luogo astratto ma come luogo vissuto, fatto di storia, di archeologia, di natura, di realtà antropiche, con l’intenzione di farlo diventare un percorso di Trekking conosciuto e consigliato.

mercoledì 29 maggio 2019

Nuova sede per la delegazione CeSVoP di Marineo

Il 30 maggio 2019 si inaugura la nuova sede della delegazione CeSVoP di Marineo. Un momento atteso da anni. Appuntamento alle ore 17 al Centro Polifunzionale di Via Card. Corradini 2. Si parlerà, fra l'altro, di gestione condivisa dei beni comuni e della formidabile esperienza di "Briciole di Solidarietà" e del suo orto sociale. Vi aspettiamo!
(clicca sull'immagine per ingrandirla)

martedì 28 maggio 2019

Missione Salute, ambulatorio mobile delle Misericordie d'Italia a Palermo

(clicca sull'immagine per ingrandirla)
Visite mediche per chi non se le può permettere. E' "Missione Salute", l'iniziativa delle Misericordie d'Italia che il 31 maggio e il 1° giugno si ferma con un ambulatorio mobile anche in una piazza palermitana. Offrirà prevenzione e protezione sanitaria gratuita a tutte le persone che vivono in situazione di povertà e marginalità. Appuntamento a piazza Giulio Cesare dalle ore 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19,30.
(clicca sull'immagine per ingrandirla)

“La riforma. Istruzioni per l’uso”, ecco la guida on line sul Terzo settore

Oltre 80 schede scritte da esperti per spiegare in modo semplice tutte le novità normative. È la nuova sezione di Cantiereterzosettore.it il sito del progetto Capacit’Azione condotto da Forum terzo settore Lazio in collaborazione con il Forum nazionale e CSVnet. Clicca qui per vedere la guida “La riforma. Istruzioni per l’uso”
Una guida online facile e gratuita per orientare gli enti di terzo settore tra le novità della nuova normativa. È “La riforma. Istruzioni per l’uso”, un’apposita sezione del Cantiere terzo settore, il sito web del progetto “Capacit’Azione. Investire in formazione è costruire il futuro”, condotto dal Forum Terzo Settore Lazio in collaborazione con il Forum nazionale e CSVnet.
In oltre 80 schede, un gruppo di esperti composto da commercialisti, avvocati e ricercatori spiega in modo semplice tutte le innovazioni della riforma, varata nel 2016 e che sta andando a regime in questi mesi.
Dalle regole della vita associativa a quelle amministrative, dagli obblighi di trasparenza e rendicontazione alle agevolazioni fiscali, dal ruolo del volontariato al rapporto tra terzo settore e pubblica amministrazione; ma anche le opportunità di finanziamento, la nuova impresa sociale, il servizio civile universale, i centri di servizio per il volontariato e tanto altro.
"Una riforma - dichiara Francesca Danese, portavoce del Forum Terzo Settore Lazio - che rappresenta una grande opportunità per le organizzazioni della società civile che stanno dando un contributo insostituibile alla coesione sociale del paese. La nuova legislazione ha il grande merito di riordinare tutta la normativa sul terzo settore, fino ad oggi molto complessa e frammentata, omogeneizzandola su tutto il territorio nazionale e superando così le contraddittorietà delle diverse leggi regionali."
Oltre ad aprire questa nuova sezione, Cantiere terzo settore cambia veste e si popola di contenuti utili per comprendere le nuove disposizioni e seguire passo dopo passo gli aggiornamenti, con notizie, un calendario degli eventi del progetto e dei più importanti appuntamenti pubblici in Italia sul tema, video-focus con gli esperti del terzo settore e tutta la normativa aggiornata.
"Uno sforzo collettivo - aggiungono i promotori del progetto Capacit’Azione - che ha creato per la prima volta uno spazio web condiviso di informazione e in cui evidenziare le problematicità delle nuove norme che possono rendere più complicata la vita degli enti del terzo settore."
Tra le questioni più urgenti e che stanno rallentando la piena attuazione della riforma: l’autorizzazione della Commissione europea, ancora non attivata, sui benefici fiscali a favore degli Ets; l’attivazione del registro unico nazionale; i nodi ancora da sciogliere sull’inquadramento fiscale.
Il progetto “Capacit’Azione” è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali secondo l’Avviso per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza nazionale (art. 72 del Codice del terzo settore). Dall’inizio dell’anno a oggi, sono stati realizzati già oltre 100 incontri in tutta Italia per formare 1.300 esperti sulla riforma del terzo settore. Partner dell’iniziativa, Anpas, Anteas, Arci, Auser e CdO-Opere sociali insieme ai collaboratori di sistema Acli, Anci Lazio, Anffas, Pro Bono Italia, Coordinamento periferie, Legambiente, Leganet e Legautonomie.

lunedì 27 maggio 2019

In ricordo di Leonardo da Vinci. Un incontro a Gela

“Oltre il medioevo, verso la modernità. La lezione artistica di Leonardo” è il tema di un incontro a cura dello storico dell’arte Giuseppe Ingaglio, che si terrà a Gela, martedì 28 maggio, alle ore 18.30, presso l’aula magna di Unipegaso, in corso Vittorio Emanuele 187. L’incontro, promosso per celebrare i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, è organizzato da Rotary Club presieduto da Manlio Galatioto, dal RotarAct presieduto da Gianni Cauchi e dal Centro di Cultura e Spiritualità Cristiana “Salvatore Zuppardo” diretto da Andrea Cassisi

A Palermo la consegna del Giardino di Maredolce alla gestione anche dell'ADA


Con concessione gratuita, il Comune di Palermo affida il Giardino di Maredolce (storico giardino dell'omonimo Castello arabo a Brancaccio) all'ATS di cui fa parte l'associazione ADA Palermo insieme a Cooperativa So.Svi.Le. e Cooperativa libera…mente. La consegna ufficiale delle chiavi si svolge il 29 maggio 2019 alle ore 16,30.
Ecco il programma dell'evento:
Ore 16,30
Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo e Presidente del Comitato di Pilotaggio del sito seriale “Palermo arabo-normanna e le cattedrali Cefalù e Monreale”; Sergio Alessandro, Dirigente Generale Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana; Aurelio Angelini, Direttore Fondazione Patrimonio UNESCO Sicilia; Lina Bellanca, Soprintendente dei Beni Culturali e Ambientali di Palermo; Manfredi Leone, Università degli Studi di Palermo; Giuseppe Barbera, Università degli studi di Palermo.
Ore 19,00

Concerto della Cantoria del Teatro Massimo

sabato 18 maggio 2019

Tricolore Vivo 14ma edizione, la cerimonia conclusiva a Palermo

(clicca sull'immagine per ingrandirla)
Il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero è al centro dell’edizione numero 14 del concorso nazionale “Tricolore vivo”, organizzato dall’AGe (Associazione Italiana Genitori) regione Sicilia in collaborazione con il MIUR, l’Ufficio scolastico regionale di Sicilia, la Città Metropolitana di Palermo, il CeSVoP e il progetto EducataMente. Il concorso si conclude con la cerimonia di premiazione lunedì 20 maggio 2019 dalle ore 10 nel Teatro De Seta ai Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo (via P. Gili, 4)
Quest’anno il concorso ha proposto agli alunni di riflettere sull’articolo 21 della Costituzione che sancisce il diritto di tutti di esprimere liberamente le proprie opinioni.
Il concorso “Tricolore vivo” 2019 ha visto la partecipazione di oltre 50 fra scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado del territorio nazionale. Ogni istituto scolastico ha inviato un elaborato alla commissione giudicatrice, la quale al De Seta proclamerà i vincitori.
Il 20 maggio, ad apertura della manifestazione verrà eseguito l’inno nazionale, a cui seguiranno i saluti del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, e quelli del presidente regionale di AGe Sicilia, Sebastiano Maggio. Dopo l’esibizione di alcuni allievi delle scuole partecipanti, il presidente dell’ordine regionale dei giornalisti siciliani, Giulio Francese, commenterà il valore, l’importanza e l’attualità dell’art. 21 della Costituzione. A nome dell’Ufficio scolastico regionale interverrà Viviana Assenza, coordinatrice dell’ufficio ispettivo, mentre per il CeSVoP parlerà la presidente Giuditta Petrillo, poi altre esibizioni di alunni delle scuole. La cerimonia si concluderà con il passaggio della bandiera del comando autonomo della Sicilia dell’Esercito Italiano dalla scuola “Novelli” di Monreale al liceo “Pascasino” di Marsala, e la consegna di medaglie e attestati agli studenti e alle autorità. Infine, l’AGe Sicilia farà dono della bandiera tricolore all’ingegner Calogero Foti, nella qualità di dirigente generale del Dipartimento della protezione civile della Regione Siciliana.

A tutti gli allievi presenti saranno consegnate bandierine, coccarde e gadget, così come verrà dato un ricordo di partecipazione alle scuole che hanno concorso. La manifestazione ha ricevuto Medaglie di Rappresentanza sia dal Presidente del Senato della Repubblica Italiana, sia dal Presidente della Camera dei Deputati.

BROCHURE PROGRAMMA

venerdì 17 maggio 2019

Fai nascere un sorriso. Giornata del Naso Rosso a San Cataldo

(clicca sull'immagine per ingrandirla)
Il naso rosso dei clown, la più piccola maschera al mondo, sarà protagonista domenica 19 maggio 2019 dalle 10 alle 21 in occasione della 15a Giornata nazionale del Naso Rosso organizzata dall’associazione di volontariato VIP ViviamoInPositivo Caltanissetta ONLUS. L’evento si svolgerà presso il Centro Commerciale “Il Casale” di San Cataldo.
La giornata sarà animata dai volontari che, vestiti da clown di Viviamo In Positivo, proporranno attività di animazione, bans, trucca bimbi e palloncini, favole, spettacolo bolle di sapone, gag, lunapark clown e tanto altro ancora. L’iniziativa è rivolta a tutti, grandi e piccoli, perché un sorriso fa comunque bene, tanto bene. Ed è così vero che nel corso della giornata sarà possibile acquistare per beneficenza degli oggetti realizzati dai volontari. I fondi raccolti saranno destinati alla Federazione nazionale VIP ViviamoInPositivo Italia OdV per il finanziamento dei seguenti progetti: formazione; missioni (progetti: Palermo, Albania, Bielorussia, Bolivia, Cambogia, Moldavia, Perù, Romania); giornalino (distribuito gratuitamente nei luoghi dove viene prestato il servizio) e progetto scuola.
«La Giornata del Naso Rosso – dice Vincenzo Macaluso, presidente dell’associazione VIP Caltanissetta e clown Scricciolero – è una di quelle occasioni in cui incontrerete i volontari clown di corsia della Federazione VIP Italia ODV che grazie al loro piccolo naso rosso riescono a donare il sorriso e il buon umore lì dove non c’è. Inoltre, è l'unica giornata in cui possiamo raccogliere fondi destinati alla Federazione. Venite a conoscerci, le attività per grandi e piccoli sono davvero tante, e il divertimento è assicurato!».
Per far nascere un sorriso, il 19 maggio al Centro “Il Casale”, verranno allestiti: un tavolino con le creazioni realizzate dallo staff creatività; attività di truccabimbi; staff palloncini modellabili; staff favole con racconto di favole ai più piccolini; staff bans; un angolo info. Inoltre, a dare una mano vi saranno i bambini della scuola elementare S. Giuseppe di San Cataldo coinvolti nel progetto scuola realizzato da VIP Caltanissetta.
«Questa è per noi una delle giornate più importanti – come dice Monia Bonasera, referente VIP per la Giornata del Naso Rosso, clown Birichina –. Sono più di 60 le associazioni che scenderanno in piazza in queste domeniche di maggio. Dietro a questa giornata, fatta di colore e divertimento, ci sono mesi di lavoro dei vari staff (creatività, favole, truccabimbi, progetto scuola) e di incontri a livello nazionale. Quest'anno abbiamo anche avuto una madrina d'eccezione: Paola Barale, con la quale sono stati realizzati diversi spot, che ci hanno permesso di far conoscere a livello nazionale quello che i nostri volontari fanno durante i servizi domenicali».
I volontari clown di VIP Caltanissetta svolgono il proprio volontariato ogni domenica presso i reparti di Pediatria e Oncologia dell'Ospedale Sant'Elia. Inoltre, ogni bimestre, si recano alla “Casa del Sorriso”, casa d’accoglienza per minori a rischio. Nella scuola elementare San Giuseppe di San Cataldo (CL) svolgono il "Progetto Scuola" che sensibilizza il Vivere In positivo e il volontariato tra i più piccoli.
La 15a Giornata nazionale del Naso Rosso a San Cataldo (Centro Commerciale “Il Casale”) è aperta a tutta la cittadinanza. I volontari VIP con i loro colori e i loro sorrisi vi aspettano il 19 maggio a partire dalle ore 10.

giovedì 16 maggio 2019

Rosetta De Guilmi pioniera dell'impegno sociale e del volontariato

A poco più di mese dalla sua scomparsa, pubblichiamo un ricordo di Rosetta De Guilmi firmato da Giuseppe Carta.


RICORDO DI ROSETTA DE GUILMI

Alla nostra generazione (di Orazio, di sua moglie Rosetta, mia) è toccato un privilegio, quello di sentirci vivere con l’illusione che ne risulta, di prendere cioè come una realtà fuori di noi un interno sentimento della vita, mutabile e vario, secondo i tempi, i casi e la fortuna. Rosetta dagli occhi azzurri ebbe il privilegio di avere la vita che si era scelta, piena di sentimenti, di interessi, di serio lavoro organizzativo. Aveva interessi per il suo lavoro all’interno del Centro Studi e Iniziative di Danilo Dolci a Partinico, interessi per le lotte dal basso nel Belice negli anni dopo il terremoto del ’68; interessi per il lavoro di suo marito e per la famiglia che si era creata.

Ho avuto il privilegio di essere stato testimone alle sue nozze… mi sembra ieri… e invece sono passati circa 40 anni!

Il poeta Konstantinos Kavafis scrisse:

«Ognuno, per essere felice, dovrebbe cercare di realizzare “la vita che desidera”. Ma, se questo non è possibile (se non puoi la vita che desideri), perché non tutti hanno la forza, la determinazione o la fortuna di riuscire a seguire la propria vocazione e conseguire i propri obiettivi, allora non la si deve sprecare (...) non lasciatevi avvolgere o travolgere passivamente dalla combinazione casuale e bizzarra di incontri occasionali e superficiali (il gioco balordo degli incontri), ma sappiate scegliere solo le persone a cui siete veramente interessati o con cui avete una vera affinità. Così facendo, forse riuscirete ad amare fino in fondo la vita, ed essa almeno sarà per voi un’amica cara e sincera”. Rosetta aveva scelto.

Compito di queste parole non è ovviamente operare una ricostruzione dell’amicizia verso lei e Orazio, bensì quello “di risvegliare dal sogno” e ricordare gli anni della giovinezza. Intendo parlare delle straordinarie illusioni degli anni che dedicammo all’apprendimento da Danilo a Partinico e Trappeto, a partire (per me) dal ’68. Un rito noi celebravamo in uno stato di perfezione e di immunità da tutti quei compromessi che ci attendevano nell'avvenire, mentre portavamo avanti iniziative corrispondenti al nostro impegno; eravamo innocenti.

L'errore di noi giovani e meno giovani in quegli anni fu di barattare le speranze con l'illusione; dopo il 1978, poi, non restò che barattare l'entusiasmo col quotidiano impegno.

Dal capitolo XXVII del Fedone, ricordo a me stesso:

Quando l’anima raccolta in se stessa si dà alla meditazione, allora si leva a ciò che è puro, che è eterno, che è immortale; ed essendo affine a questo, vi si tiene ferma tutte le volte che le accada e le sia possibile di raccogliersi in se stessa e cessa dall'errare (…); e tale suo stato non si chiama forse saggezza? (Fedone di Platone)

Ricorderò sempre quel periodo.

Man mano che invecchiamo, che cosa la nostra memoria espelle, come un animale da soma che rifiuti un ulteriore peso da tirare? Le cose più sgradevoli? Le più pesanti? Oppure quelle che cadono più facilmente? Solo quando i fatti da narrare si sono esauriti, quando si avverte nell'intimo un silenzio profondo, quando libri, storie e la stessa memoria sono ancora presenti, allora si può udire la voce degli amici e amiche, quella che può davvero farci emergere dai labirinti del nostro essere. Perchè non c'è nulla di sorprendente come la vita - tranne lo scrivere. Sì, certo, tranne lo scrivere, l’unica consolazione che oggi ci appartiene.
Giuseppe Carta